Header Ads


UNIVERSITÀ POPOLARE DI MILANO AL 34° CONGRESSO MONDIALE DELLO HIALM

Presso l’aula magna dell’università di Roma “La Sapienza” e presso presso la UNINT, l’Università Internazionale di Roma, si è tenuto la 34º edizione del congresso mondiale dello IHALM, dal 21 al 26 Luglio. Abbiamo intervistato il Prof. Avv. Giovanni NERI, Ph.D Patrocinante innanzi alla Suprema Corte di Cassazione ed alle Magistrature Superiori e Rettore dell'Università Popolare degli Studi di Milano, Università di Diritto Internazionale, che ha preso parte in qualità di organizzatore 




Si tratta dell’edizione italiana di un grandioso evento, ospitato ogni due anni nelle maggiori città del pianeta e che può essere considerato il più importante incontro mondiale riguardante le scienze criminologiche. Abbiamo posto alcune domande al Prof. Giovanni Neri, Rettore dell'Università Popolare degli Studi di Milano, Università di Diritto Internazionale.

Quali sono state le novità emerse nella 34º edizione del congresso mondiale dello IHALM?

I temi trattati della criminologia sono stati tutti i più recenti, con particolare riguardo ai nuovi metodi di indagine della criminalistica. Sul fronte italiano particolare risalto è stato dato al tema dell’imputabilità, anche recentemente molto dibattuto. 

Ogni due anni il Congresso dello IHALM, di matrice fortemente criminologica, affronta sotto molteplici punti di vista es attraverso sessioni articolate e afferenti ad aree tematiche e specialistiche, i temi riguardanti lo studio del crimine dal punto di vista giuridico e medico.

Con quale incarico ha partecipato al Convegno? 

Ho ho partecipato in qualità di organizzatore per poter meglio affiancare i chair men Weistubb e Mastronardi;  a tale proposito, all’evento inaugurale del congresso presso l’Università di Roma “La Sapienza” domenica scorsa 21.7 ho presentato personalmente l’evento in Inglese ed in qualità di noto esperto Italiano in area criminologica e giuridica;

Lei ha inoltre premiato il Presidente Onorario dello IHALM, Professor David Westubb. Quali sono state le motivazioni del premio? 

Ho insignito Weistubb del premio honoris per i suoi contributi nelle scienze umane e sociali ad indirizzo giuridico criminologico e per la sua carriera.

Nessun commento